Tra Archeologia e Paesaggio

Si può iniziare il percorso a piedi dalla Certosa oppure procedere in auto fino al Cimitero, parcheggiare e quindi proseguire a piedi lungo l’itinerario.

San Michele alle Grottelle

La grotta dedicata all’Arcangelo è composta da due ambienti: nel primo si rinviene un ciclo di affreschi, risalenti al XIV secolo, la cui iconografia riprende episodi del ciclo mariano. Nella cappella principale si trova la tomba dell’abate di San Nicola di Torone e un’edicola votiva interamente affrescata con immagini di santi, nella cui nicchia centrale è raffigurato San Giacomo di Campostela, mentre ai lati sei riquadri ricordano i suoi miracoli.

Santo Sepolcro

Della cappella non si conosce l’anno di fondazione, ma dovrebbe essere precedente al XVII secolo. L’interno a navata unica ospita un bell’altare in pietra di Padula sormontato da un’immagine in stucco della Vergine in trono su di una nuvola. Le statue del Crocifisso e della Madonna del Latte (che solitamente si trovano nella chiesa di San Giovanni Battista) sono portate qui in processione nell’anniversario dell’Ascensione, per poi rientrare a Padula il giorno dell’Esaltazione della Santa Croce.

Zona archeologica di Cosilinum

Sul colle della Civita si sviluppò Cosilinum, insediamento, prima lucano, divenuto, poi, colonia romana nel 89 a.C. I reperti archeologici rinvenuti attestano, però, una frequentazione ben più antica risalente al VI sec. a.C. Oggi della città sono visibili alcuni tratti delle mura megalitiche, pochi resti di abitazioni ed i ruderi della cosiddetta torre “Sillana”.

 

Informazioni Turistiche

Per informazioni, consigli, suggerimenti e critiche non esistate a contattarci. Telefono: +39 0975 778549
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Prossimi Eventi

Contattaci

Chiamaci allo
+39 0975 778549

Scrivici a
info @ padulaturismo.it